L'emotività a scuola

Una proposta di autosservazione dei processi relazionali
1985, Franco Angeli, Milano

Questo libro è la sintesi di una ricerca-sperimentazione svolta in quattro anni nella scuola elementare statale a tempo pieno di Via Val Lagarina di Milano. Si rivolge a tutti gli insegnanti e operatori scolastici che vogliono approfondire gli aspetti relazionali della loro professione. E’ ormai coscienza diffusa che un rapporto positivo ed un clima comunicativo favorevole stimolino l’apprendimento cognitivo e che molte delle difficoltà nella conduzione della classe, le cosiddette ‘giornate nere’, siano conseguenza di accumuli emotivi nei bambini e negli insegnanti. Nella scuola un processo di cambiamento investe la professionalità del docente oltre che nei suoi aspetti didattici, anche in quelli relazionali per la serie complessa dei rapporti in cui l’insegnante è inserito all’interno dell’organizzazione scuola e nella realtà sociale, con i genitori e il quartiere.
L’applicazione del metodo proposto da esperti della comunicazione ha consentito: a) il superamento di quelle difficoltà nella conduzione della classe dovute agli accumuli emotivi sia del bambini sia degli insegnanti; b) la messa a punto di schede di autosservazione per gli insegnanti su quei linguaggi non verbali della comunicazione continuamente agiti nella relazione insegnante-gruppo classe, quali il corpo, lo spazio, la voce.

» Tutte le pubblicazioni